Area Giuridica – Psicologia


La psicologia giuridica descrive il profilo psicologico derivante dagli aspetti intellettivi, caratterologici ed attitudinali della psiche del cittadino, in rapporto alla posizione giuridica.

E’ chiamata principalmente a descrivere la storia personale delle persone coinvolte in procedimenti giudiziari, al fine di indicarne i dati comportamentali e sottoporli al vaglio dell’autorità giudiziaria incaricata del processo civile o penale.

Comprende lo studio dei diversi fattori della personalità: intelligenza, carattere, attitudini, bisogni, tendenze, motivazioni, stimoli, socializzazione, fragilità psichica, deficit intellettivo, stress psicosomatico, affaticamento mentale, morbilità psichica, pericolosità sociale, capacità di testimonianza, attendibilità.

La psicologia giuridica si articola in aree specialistiche:

  • Psicologia forense
  • Psicologia giudiziaria
  • Psicologia criminale
  • Vittimologia.

Nello specifico:

Psicologia forense: riguarda l’osservazione e la descrizione psicologica dei “soggetti coinvolti” durante l’espletamento del dibattimento.

Psicologia giudiziaria: riguarda l’osservazione e la descrizione psicologica dei “soggetti coinvolti” ai fini della valutazione del profilo e dell’eventuale danno psicologico.

Psicologia criminale: riguarda l’osservazione e la descrizione del comportamento psicologico abituale dei “soggetti delinquenti, autori di reati”, anche ai fini della valutazione dell’eventuale pericolosità sociale.

Vittimologia: riguarda l’osservazione e la descrizione psicologica della vittima di un crimine, della sua personalità, delle sue caratteristiche biologiche, psicologiche, morali, sociali e culturali e delle sue relazioni con l’autore del reato, in un’ottica di criminogenesi ed criminodinamica dell’episodio lesivo.

 

Rientrano in tali aree di studio anche gli aspetti psicologici di: separazione, divorzio, affido etero-familiare dei minori, maltrattamento dei minori, abuso sessuale, stalking, mobbing, turbamento mentale e psicofisico della vittima, pedofilia, valutazione e riconoscimento del danno psichico ed esistenziale, redazione di pareri pro veritate.

Risultano fondamentali anche gli approfondimenti degli aspetti psicologici della responsabilità penale dei minori e degli adulti, dei comportamenti dei “testimoni” e degli effetti dello stato di reclusione.

Infine si sottolinea che la psicologia giuridica utilizza gli strumenti conoscitivi/operativi per la realizzazione del “colloquio protetto”, della “consulenza tecnica” e della “perizia psicologica” in ambito civile e penale.

L’Associazione di Psicologia Integrata fornisce consulenza peritale ad Avvocati, Medici legali e Assicurazioni, Clienti privati.