Psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza

Il nostro intervento prevede un’accurata valutazione delle problematiche esistenti, un’osservazione clinica del bambino durante il gioco ed una attenta analisi dell’interazione genitore-bambino, allo scopo di favorire nel piccolo lo sviluppo di una sicurezza di base, funzionale alla formazione di una personalità autonoma ed integrata e nel genitore la consapevolezza delle proprie responsabilità e dei comportamenti utili, adeguati ed efficienti al superamento di ogni conflitto.

Gioco, disegno, fiabe consentono di dare alla terapia con i bambini una cornice ludica e di creare una relazione terapeutica basata sulla condivisione di una modalità espressiva che il bambino privilegia, in un contesto rassicurante e sereno. Mediante il gioco, nel “fare finta che”, il bambino può esprimere metaforicamente e in modo libero i conflitti, le paure, i vissuti angosciosi, il mondo delle sue relazioni, materiali preziosissimi per il terapeuta. Lavorare con il bambino insieme ai genitori, alla famiglia, permette al terapeuta di comprendere la trama relazionale familiare e di intervenire per modificare quelle modalità che sostengono e amplificano le difficoltà in atto, fornendo ai genitori valide strategie per gestire ed affrontare efficacemente tali problematiche.

Questa voce è stata pubblicata in Area clinica - Psicologia. Contrassegna il permalink.